Cerca
  • Italia Atlantica

Col mondo distratto dal virus, la Cina punta gli assets strategici

E bravi i cinesi. Il Dragone voleva fare il colpo gobbo a Londra. In piena crisi da pandemia, con la politica e l’opinione pubblica distratti dall’emergenza, un fondo d’investimento controllato da Pechino ha cercato di appropriarsi di un’azienda strategica tra le più tecnologicamente avanzate in Uk. China Reform Holdings voleva rendere Imagination Technologies una dipendenza del Partito Comunista Cinese e pensava che sarebbe bastato un blitz in cda. La manovra era stata effettuata attraverso Canyon Bridge, un fondo di private equity, trasferito in fretta e furia dagli Usa alle Cayman Islands per celare la catena di controllo che porta dritto dall’investitore di maggioranza nel fondo China Reform Holdings al Partito Comunista Cinese. Imagination possiede 30 anni di brevetti su tecnologie progettate per identificare le vulnerabilità delle reti del Regno Unito - e che possono essere utilizzate per creare backdoors in infrastrutture digitali critiche, compromettendone la sicurezza. Quando le dimissioni in massa del management e dei quadri intermedi sono finite in prima pagina su City A.M., il quotidiano del Miglio Quadrato, è scoppiato un terremoto le cui onde d’urto si sono propagate fino a Washington. Su richiesta della Commissione Esteri di Westminster, il governo britannico ha attivato un’inchiesta ad ampio raggio e il Comitato per gli investimenti diretti in USA (CFIUS) ha aperto immediatamente un’investigazione sulle attività di Canyon Bridge in America. Sono da ammirare i sudditi di Sua Maestà. Perso il controllo del cda a seguito del rimpasto imposto dal fondo in piena emergenza sanitaria, il Ceo e il top management avevano immediatamente lasciato l’azienda dichiarandosi “indisponibili” a lavorare per i cinesi. In Italia sarebbero corsi a comprare il corso di mandarino in dispense.

Il Covid-19 non cambia la tabella di marcia Brexit. Londra resta contraria a prolungare il periodo di transizione nonostante i disordini del coronavirus: è bastata una videoconferenza a David Frost e Michel Barnier per definire il calendario dei colloqui nel tentativo di rimettere in moto le trattative dopo che saranno state sconvolte dalla pandemia. Rishi Sunak ha nuovamente dichiarato che il governo rimane fermamente impegnato a rispettare le tempistiche già stabilite. Per il Cancelliere dello Scacchiere un periodo di crisi è il momento peggiore per prolungare l'incertezza; la pandemia potrebbe imporre a Bruxelles un budget d'emergenza Ue e bloccare una grande quantità di denaro britannico durante il periodo transitorio.

Il governo ha dato il via libera ai cantieri dell'HS2, la rete ferroviaria ad alta velocità di nuova generazione. Alle imprese di costruzione che sono state incaricate del progetto è stato comunicato che i lavori possono iniziare nonostante il coronavirus (benché sia necessario mantenere la distanza sociale). Il sottosegretario ai trasporti Andrew Stephenson, ha dichiarato: "Mentre la priorità assoluta del governo è giustamente quella di combattere la diffusione del coronavirus, proteggere il servizio sanitario nazionale e salvare vite umane, non possiamo ritardare i lavori del nostro piano a lungo termine per sviluppare il paese".

Il governo ha anche iniziato a definire una strategia di uscita. Gerard Lyons e Sir Iain Duncan Smith hanno rilanciato il piano del gruppo di consulenza scientifica del governo, il Sage, e chiedono un approccio di uscita dal lockdown, graduale, in tre fasi rosso, giallo e verde, a semaforo per sbloccare il Paese a sezioni sulla base dell'attività economica. Lyons e Sir Iain sottolineano che programmare una exit strategy non significa dover scegliere tra salvare vite umane o salvare l'economia, perché le due cose sono indissolubilmente legate. Sciagurato sarebbe il caso se la cura ammazzasse il cavallo.

Donald Trump l’aveva detto e l’ha fatto. Il Potus ha deliberato il taglio dei finanziamenti americani all'Organizzazione mondiale della sanità. La Casa Bianca è irritata per la gestione della pandemia da parte dell'Oms e l'incapacità di sindacare la Cina sull’osservanza del regolamento sanitario internazionale. Interessantemente, la Germania è venuta in difesa dell'Oms, ma il ministro degli esteri di Berlino Heiko Maas non saputo dire nulla di meglio che “è sbagliato puntare il dito, perché il virus non conosce confini”. L'ex capo dell'MI6, John Sawers ha commentato che la Cina ha effettivamente nascosto informazioni critiche sul virus, quali scala, natura e infettività. L’ex Ambasciatore britannico Adrian Hill ha rivelato ulteriori dettagli. Le autorità locali di Wuhan hanno ritardato la chiusura della città perché i funzionari del Partito Comunista avevano organizzato un banchetto per 40.000 persone nel centro della città per il nuovo anno cinese. Ritardare questa decisione ha permesso a circa sette milioni di passeggeri di volare fuori dalla Cina per le vacanze di Capodanno e 430.000 di questi sono arrivati negli Usa. Apparentemente, la Pboc ha anche illustrato alla leadership del Pcc l’opportunità di una gestione opaca del vantaggio informativo per mietere grandi guadagni sui bassi prezzi del petrolio e delle materie prime e l’aumento del prezzo dell'oro. Ma il Dragone non ha imparato il mestiere, anche per speculare la fiducia delle controparti è tutto. Il bonus fiducia appare esaurito.


Bepi Pezzulli

RESTA AGGIORNATO

  • Black Icon LinkedIn
  • Twitter
  • Facebook
  • YouTube
  • Black Icon Instagram
  • Nero RSS Icon

Italia Atlantica - Settimanale di politica estera - Rivista Specialistica - Reg. nr. 55/2019 Trib. Roma​

Direttore Editoriale avv. Giuseppe Pezzulli | Redazione: Via Archimede 8 Roma​